Il Borgo di Serravalle P.se


Il Borgo di Serravalle P.se Il Borgo di Serravalle P.se Il Borgo di Serravalle P.se
Breve Storia 
Il piccolo borgo di Serravalle era già noto al tempo dei romani. Posto in una posizione strategica risultò, in epoca medievale, sempre appetibile alle 3 potenze toscane, Firenze, Lucca e Pisa. Pistoia riuscì per prima a conquistare il castello nel XII secolo che, in quell’epoca, risultava di proprietà dei Conti Guidi, una delle maggiori casate dell’Italia Centrale dominatrice su gran parte della Toscana, Emilia e Romagna.All’inizio del Trecento (1302) il marchese Morello Malaspina assediò Serravalle. Nativo della Lunigiana, era il capitano generale dell’esercito guelfo che vide alleate Lucca e Firenze contro i guelfi bianchi di Pistoia. Più determinato fu il console a vita lucchese Castruccio Castracani degli Antelminelli, che conquistò il castello di Serravalle, postazione importante per il controllo della già sottomessa Pistoia.Dopo la morte di Castruccio (1328), anche Lucca dovette cedere ai nemici fiorentini questo territorio. Il suo decesso fu causato da febbri per avere inutilmente assediato le mura di Pistoia con l’intento di riconquistarla, mentre altre fonti sostengono che fu avvelenato.Sotto la dominazione di Firenze, potenza incontrastata della Toscana, Serravalle godette di un lungo periodo di pace che durò fino alla fine del XIX secolo mantenendo inalterate le sue torri nel tempo,quella di ponente, detta di Castruccio Castracani, è alta 40 metri,inoltre sono tuttora ben visibili la cinta muraria, la cisterna e l’arco a tutto sesto.La tradizione vuole che San Lodovico di Tolosa sia apparso improvvisamente sulle mura del castello mentre i lucchesi stavano per conquistarlo, la sua miracolosa presenza scatenò un forte temporale che mise in fuga gli assalitori salvando il castello. Gli abitanti riconoscenti, lo nominarono patrono di Serravalle e lo festeggiano, ogni anno, il 19 agosto.

Articolo di Giovanni Torre